domenica 21 aprile 2013

Dear Photograph - La foto della domenica - 21/04/2013

La foto di oggi non è proprio della domenica, è piuttosto "lo scatto del 20 aprile".
Ma ha una sua storia che merita di essere raccontata.
Partiamo dal famigerato "Weekend Hashtag Project" di Instagram.
La settimana scorsa il tema a cui ispirarsi era "Dear Photograph".


"Dear Photograph" è un blog famosissimo negli Stati Uniti, fondato circa tre anni fa dal 21enne Taylor Jones.
Un giorno in nostro eroe si trovava con suo fratello a casa dei nonni e guardando vecchie fotografie si è reso conto che il fratello era seduto a tavola nella stessa posa di una foto di tanti anni prima e ha pensato di fotografare la foto incastonandola nel presente.

Ripetuto l'esperimento con altre foto le ha pubblicate nel suo blog ed è stato un successone.
Nel 2011 Time Magazine lo ha proclamato tra i migliori 50 siti del mondo ed è stato visitato da milioni di utenti.
Riceve ogni giorno migliaia di scatti, tra i quali ne viene scelto solo uno - lo scatto del giorno - e le migliori 200 foto pervenute fino all'anno scorso sono state raccolte in un libro divenuto presto un best-seller.

In un'intervista Taylor raccontava come le persone tendano a fotografare spesso foto che ritraggono parenti e amici che non ci sono più, per darsi l'illusione di essere ancora insieme.
E' un tripudio di nostalgia e rimpianto di cui evidentemente molti sono vittime.
Altri invece tornano nel vecchio quartiere, davanti la casa della loro infanzia o davanti la chiesa dove si sono sposati e riproducono la stessa inquadratura.
Molte persone hanno raccontato di aver riallacciato rapporti con parenti che non vedevano da anni solo per ricreare la stessa foto ripescata in fondo a qualche baule.
Le nuove generazioni (diciamo dal '95 in poi) si rammaricano di non avere quasi foto stampate da usare, visto che ormai tutto viene salvato sul computer e sono spariti i cari vecchi album da sfogliare con tenerezza.

Potevo non essere affascinata da questo tema?!?

Fatte le mie brave tre foto, domenica scorsa le ho caricate su Instagram e, a dir la verità, per una ho ricevuto il maggior numero di "Mi piace" della mia storia: 45!
Il risultato era confortante e speravo veramente di essere tra le 9 migliori scelte del lunedì.
Ma così non è stato.
Le foto europee non vengono quasi mai considerate ed è praticamente impossibile farsi notare.

Mi rodeva. Più del solito.
Così ieri sono andata alla fonte, al sito "Dear Photograph" e ho spedito il mio scatto direttamente a loro.

Questa mattina ho dato la solita controllata ad Instagram per vedere la situazione delle mie foto di questo weekend (tema: "petportraits") e, constatato il misero bottino di 28 likes, ho aperto la pagina generale...
Tra gli scatti dei fotografi che seguo, campeggiava la mia foto rebloggata dal sito di Taylor con ben 945 "mi piace", alla faccia della giuria di Instagram! (adesso mentre scrivo siamo a 1190)

Aperto il sito mi trovavo davanti alla mia foto scelta come scatto del 20 aprile, con più di 800 note.

Una sola cosa turba la mia perfetta ruota di pavone: non riuscendo a tenere dritta la vecchia foto e nello stesso tempo inquadrare col cellulare, la cui custodia si chiude sempre sul più bello...ho fatto fare lo scatto a mio marito!
Insomma il merito è anche suo, e se vogliamo dirla tutta anche di mio padre autore della foto originale.
Ma sì: condividere questa soddisfazione con gli uomini del mio cuore è una cosa che posso fare.


La foto della domenica è un'iniziativa di Bim Bum Beta



8 commenti:

  1. Seppur condivisa è proprio una bella soddisfazione... e la foto oltre che bella, un tenero ricordo! ;)

    RispondiElimina
  2. Bravissima, ed e' proprio bella!!

    RispondiElimina
  3. Bella questa iniziativa,avevo visto qualcosa senza capire bene che progetto fosse.complimentissimi a te!

    RispondiElimina
  4. Ma dai Annalisa, complimenti! Infatti è davvero bellissima, tenera ed evocativa... non importa chi ha fisicamente scattato, uno perchè condividi con piacere e secondo perchè tua è l'idea.. bravissima!

    RispondiElimina
  5. Mi piace la foto e mi piace quel che hai scritto sotto. Anch'io mi divertivo a dar da mangiare ai colombi in Piazza dei Signori (quella di Vicenza) e adesso non si può più. E' la cosa che noto di più nella foto. La presenza/assenza dei colombi. Peccato, i miei bimbi non avranno un ricordo del genere. Complimenti strameritati!

    RispondiElimina
  6. con o senza concorso, quella foto è una delle più evocative che abbia mai visto! sul serio, è potente come un ricordo. complimenti!

    RispondiElimina
  7. Grande foto della domenica ! Grande foto ! ... e tenerissima!
    Complimenti davvero, fai benissimo a fare la ruota:-), sei proprio brava!

    RispondiElimina