mercoledì 23 gennaio 2013

I volti dei miei viaggi

Consueto appuntamento mensile con il tema proposto da Monica di Viaggi & Baci.
Questa volta si tratta di pubblicare tre foto di personaggi incontrati durante un nostro viaggio.  Qualcuno che per qualche motivo ha lasciato un segno nella nostra memoria.

Io, come è accaduto con altre iniziative di Monica, con le prime due foto sono andata molto indietro nel tempo, quando viaggiavo in lungo e in largo per il mondo con i miei genitori.
Quando non c'era l'ossessione per la privacy e tutta una serie di paure più o meno giustificate che spesso ci impediscono di essere spontanei ed amichevoli con uno sconosciuto.

La prima foto è stata scattata a Torremolinos, in Spagna, e mi vede tentare una squallida imitazione di flamenco vicino ad una torva gitanina.
Ricordo che ho voluto subito in regalo le nacchere e per vari anni mi sono dimenata davanti lo specchio di camera mia, indossando gonnelloni di mia madre e dicendo: Olè!


La seconda foto è stata scattata a Marrakesh in Marocco.
Siamo nella famosa piazza Jāmi el-Fnā, centro di tutte le attività, dal mercato vero e proprio all'esibizione di musicanti e cantastorie, decoratori con l'hennè, cavadenti e i mitici incantatori di serpenti.


Questo è solo uno dei tanti che hanno pensato bene di essere spiritosi ed inseguire me e mia madre agitando le orrende bestie.  Non sono mancati i brividi e le urla, con grande divertimento dei presenti.


La terza foto è più recente ed è stata scattata a fianco della chiesa di Notredame a Parigi.
Si tratta di un clochard che abbiamo visto più di una volta durante i nostri viaggetti primaverili nella capitale francese.
E' sempre lì, vicino al monumento di Carlo Magno, con i suoi piccioni a fargli compagnia.
Chissà come mai è finito così....
.
.
.

7 commenti:

  1. La tua da piccola con la gitanina è favolosa! Che bei ricordi... tutti.

    RispondiElimina
  2. Anche a me piace un sacco la prima... ma te l'ho già detto altre volte che le tue foto da bambina... La gitana è troppo impegnata.... tu sei troppo divertita!!!

    RispondiElimina
  3. Eh,eh ... l'incantatore di serpenti ha inseguito anche noi!!!
    La prima foto mi ha rubato un bellissimo sorriso, la terza molta tenerezza ... e mi ha fatto venire in mente un libro che se non hai letto ti consiglio. Ops! non riesco a ricordare il titolo, ma è di Jean Claude Izzo e parla proprio di una storia di clochard ambientata tra parigi e Marsiglia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consigli di lettura: sempre bene accetti!

      Elimina
  4. Che dolce la prima fotografia... e sempre bello leggere i tuoi mini racconti! Con poche parole mi porti in giro per il mondo!

    RispondiElimina
  5. Il clochard..l'abbiamo visto anche noi, a Parigi, la scorsa estate.. Stessa zona..ma dava pezzettini di pane ai passerotti..una tenerezza..

    RispondiElimina
  6. La ballerina di flamenco è strepitosa!
    Pure io son stata a MArrakech... una città straordinaria!

    RispondiElimina