giovedì 8 maggio 2014

Una volta...





"Una volta..." è un’idea che copio pari pari da Diegozilla, un blogger che ha scritto un post di questo tipo qualche tempo fa.



 
Un volta, anzi due, (Londra e San Francisco), un estraneo per strada mi ha fatto i complimenti per le scarpe e mi ha chiesto se per caso ero italiana

Una volta mi hanno trascinato in una pista nera e l'ho scesa tutta a spazzaneve

Una volta ho acquistato delle lenti colorate verdi per realizzare il sogno di avere gli occhi di Rossella O’Hara e le ho tolte subito perché mi davano un fastidio tremendo

Una volta ho mangiato lumache credendo che fossero funghi poco cotti

Una volta mi sono mascherata da pagliaccio e in incognito ho ballato la lambada

Una volta a Londra ero nella cucina del seminterrato dove abitavo ed è entrato come una furia un tizio che poi è uscito dalla porta sul giardino. Poco dopo sempre correndo è arrivato uno che mi ha mostrato un distintivo e mi ha chiesto dov'era scappato il tizio di prima

Una volta ho rubato un posacenere della Coca Cola da un bar

Una volta ho tagliato il ciuffo all’ananas, l’ho piantato e sono riuscita a farlo vivere per anni

Una volta una banca mi ha addebitato 50mila lire anziché 500mila e io ho fatto finta di niente, pensando che era giustizia divina

Una volta a Milano sono salita sul treno che andava a Torino anziché a Verona e me ne sono accorta quando era già partito

Una volta ho vinto un week end per due persone al Luna Baglioni di Venezia, comprensivo di cena romantica, da utilizzare a scelta entro un anno e non ho trovato nessuno da portarci

Una volta ho vinto un paio di jeans ma erano troppo corti

Una volta ho vinto 50 noleggi video da Blockbuster ma il negozio più vicino era a 90 chilometri

Una volta, quando facevo le medie dalle suore Campostrini, ho detto che ero atea tanto per fare una battuta,  ma mi hanno mandata dalla preside costringendomi a chiedere scusa

Una volta, alla discoteca Alter Ego, sono stata seduta per un bel po’ con il braccio attorno alle spalle di un amico, senza rendermi conto che mi era uscita una tetta dal top a bustino che indossavo. 
Solo il sorriso compiaciuto di uno seduto di fronte mi ha fatto venire qualche sospetto

Una volta, contravvenendo a tutti gli ammonimenti materni, ho accettato che un perfetto sconosciuto che mi aveva seguito per strada mi invitasse al Caffè Dante e mi offrisse un te. 
E’ stato molto piacevole e per niente pericoloso

Una volta, in via del Corso a Roma, io e Vittorio Gassman ci siamo urtati vicino ad un’edicola.
Io sono arrossita e lui mi ha fatto l’occhiolino.

Una volta scrivevo poesie. Una l’ho mandata anche ad un concorso. Non mi hanno mai risposto.


12 commenti:

  1. Che post bellissimo! Mi hai fatta ridere, sorridere, sobbalzare, esclamare "nooooo!" a voce alta...
    Non saprei scegliere quale "volta" sia la mia preferita!

    RispondiElimina
  2. è bellissimo questo post!!! quante volte, quanti racconti, quanti anedotti, e quanti sorrisi! Bello, bello, compliementi!
    un abbraccio

    Frà

    RispondiElimina
  3. Non ho nulla da aggiungere ..rovinerei tutto..
    Post adorabile come la proprietaria!!!++++++

    RispondiElimina
  4. Ma dai...io che pensavo che fosse un post "cazzatina" così tanto per sbolognare un po' di argomenti che non meritavano un post "dedicato"... Sono contenta che sia piaciuto!

    RispondiElimina
  5. sono io..la tua amica Zorza ma non riesco a identificarmi...
    Una volta.....cioè alle 9 di stamattina...ho risposto a mail di amica, disperata perché un cliente mi aveva appena scritto che per tre mesi avrebbe bloccato ordini, specificando che a questo punto potevo anche andare a dar via....... , salvo poi realizzare che l'avevo scritto al mio cliente. Una volta ma ... abbastanza per sentirmi morire
    Molto simpa questo post! come sempre d'altra parte...

    RispondiElimina
  6. Che bello questo post!! Ma hai avuto una vita superavventurosa! E i 50mila, no scusa??

    La nomination che mi hai dato non e' che me la sono scordata eh :)

    RispondiElimina
  7. davvero un bel post ;)
    Una volta ho deciso di aprire un blog e da quel giorno ho incontrato tanta gente :D

    RispondiElimina
  8. Chissà perche c'è sempre una volta nella vita e mai..due volte.
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, io ne ho scritto spesso: la meraviglia delle prime e uniche volte!

      Elimina
  9. Bello questo post,quasi quasi ti copia l'dea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Copia pure: anch'io l`ho fatto. Lo spunto sarà simile ma le prime volte sono sempre molto personali!
      Mandi!

      Elimina